Croce Rossa Italiana - Comitato di Pisa
Progetto europeo di recupero prodotti orto-frutticoli invenduti
Il Comitato provinciale C.R.I. di Pisa distribuisce 16 bancali di uva ad anziani e famiglie indigenti

Nell’ambito del progetto Europeo nato in ottemperanza al Regolamento C.E. n. 361/2008 e gestito dalla Regione Emilia-Romagna d’intesa con il Comune di Firenze, ove per la distribuzione finale il Comitato Regionale C.R.I. della Toscana fa da capofila, mercoledì 8 ottobre sono stati consegnati presso la sede della Croce Rossa di Pisa 16 bancali di prodotti ortofrutticoli destinati a persone e famiglie indigenti presenti sul territorio.
Il progetto europeo prevede infatti il recupero delle eccedenze ortofrutticole, rimaste invendute sul mercato nazionale e la distribuzione gratuita, ad Opere di Bene ed Enti Caritativi, in favore di persone riconosciute come aventi diritto, per indigenza, alla pubblica assistenza, di case di riposo e di mense del territorio.

Dall’8 ottobre, giorno in cui un grosso mezzo articolato ha scaricato sedici pedane di frutta con il supporto dei Volontari della C.R.I. di Pisa, l’associazione ha distribuito sia a domicilio, ad anziani soli e famiglie, sia, presso la sede di Ospedaletto, ad altri Enti Caritativi e Unità territoriali della Croce Rossa, circa tre quintali di uva.
Questa esperienza di 16 bancali a Pisa si è potuta realizzare grazie alla disponibilità dei Volontari presenti presso la sede di Ospedaletto, che hanno contribuito a soddisfare le esigenze non solo degli indigenti ma - in rete con associazioni caritatevoli - anche di molte comunità e di numerose mense.
Non è certo da sottovalutare  la componente di aggregazione sociale di un gesto di umanità come quello dei numerosi Volontari in divisa, della Croce Rossa Italiana, che utilizzano il tempo libero per andare a consegnare personalmente ad anziani indigenti spesso soli, non semplicemente un prodotto alimentare ma un sorriso, oggi fatto a forma di grappolo d’uva. 

Il Comitato C.R.I. di Pisa provvederà anche nelle settimane a seguire a coadiuvare le operazioni di scarico e distribuzione finale di frutta e verdura fresca di stagione.
 
 
 

Scadenza 30 aprile

Quota associativa 2019

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente.