Croce Rossa Italiana - Comitato di Pisa

A Pisa la commemorazione regionale dei 110 anni dalla fondazione del Corpo delle Infermiere Volontarie della CRI. Sabato 9 febbraio 2019.

Nel 1908 aveva inizio una storia di solidarietà e di vicinanza all’umanità sofferente che si è snodata nell’arco di oltre un secolo: nasceva ufficialmente il Corpo delle Infermiere Volontarie della CRI. L’istituzione della prima Scuola di formazione fu a Roma, anche se alcune scuole in Italia erano già sorte nel 1907 come a Milano ed a Firenze. Da allora, fino ai giorni nostri, le vicende di queste donne, denominate più familiarmente “crocerossine”, si sono intrecciate con la "grande" Storia dell'Italia, dell'Europa e del mondo intero sconvolto dalle guerre.

Sorelle 110 anni

Diplomate in quell’anno già svariate centinaia di infermiere, si resero subito disponibili: 120 furono mobilitate per i soccorsi in seguito al disastroso terremoto Calabro-Siculo del 28 dicembre 1908. Dopo questa prima emergenza, le crocerossine presero parte attiva a tutte le guerre e calamità naturali, sia in Italia che all’estero: ricordiamo nel 1911 la Guerra Italo –Turca, il terremoto della Marsica del 1915, la Prima Guerra Mondiale, che vide Elena d’Aosta nominata Ispettrice Generale delle Infermiere equiparando il suo incarico al grado di Generale, nel 1919 il terremoto del Mugello, nel 1935 la Guerra Italo-Etiopica, nel 1940 la seconda Guerra Mondiale, nel 1951 la Missione in Corea, nel 1966 l’alluvione di Firenze, Pisa e Grosseto.
Da allora le Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana, Ausiliarie delle Forze Armate, fanno parte di diritto del personale mobilitabile della Protezione Civile e delle Forze Armate e dal 1982 hanno partecipato a tutte le missioni di pace al fianco delle Forze Armate e della Croce Rossa.

Nel 1982 la prima esperienza in Libano, a Beirut, a fianco della Sanità Militare italiana, poi nel 1993 in Somalia, dove ha trovato la morte la giovane Sorella Cristina Luinetti, in Mozambico, in Turchia, in Bosnia, in Albania, Kosovo, in Iraq, ad Hebron e Kabul con le forze ONU, in Giordania, in Medio Oriente, in Pakistan e Sud Est Asiatico. Attualmente sono presenti in Libia, a Misurata, con la Missione di Cooperazione Internazionale italiana “Ippocrate”.

Quella delle volontarie di Croce Rossa è una grande storia di donne di ogni ceto sociale chiamate e sempre presenti laddove l'umanità sofferente lo richieda; tutte uguali nell'uniforme, tutte animate dallo stesso ideale, tutte pronte al sacrificio anche della propria vita, per tenere fede a quell'ideale.
Per ricordare questa storia lunga 110 anni e per tramandare ai giovani e meno giovani l’attualità dei valori di umanità e di aiuto verso i più vulnerabili che da sempre hanno contraddistinto la Croce Rossa Italiana e quindi le Infermiere Volontarie che ne sono una componente, si sono svolte in tutte le Regioni d’Italia iniziative pubbliche realizzate in collaborazione con gli Enti Locali e le Forze Armate.

Per quanto riguarda la Toscana, l’Ispettorato Regionale delle II.VV. ha scelto di celebrare questa ricorrenza nella Città di Pisa.

La storia che lega le “Crocerossine” a Pisa è storia antica: l’Ispettorato delle Infermiere Volontarie nasce nel 1909. Sorella Lydia Tesio Flori, appartenente all’Ispettorato di Pisa, con la Sorella Alberta Marazzani Visconti, appartenente all’Ispettorato di Lucca, furono le prime due Infermiere ad esser impiegate in Zona di Guerra, presso l’ospedale Militare di Palmanova (Udine), il 27 maggio, a soli tre giorni dallo scoppio del primo conflitto mondiale. Molte altre furono le Sorelle pisane che si prodigarono per tutto il periodo bellico 1915-1918, sia al fronte che nei vari ospedali operanti in città per l’assistenza ai feriti ed ai reduci: in particolare presso quello allestito dal Cardinale Maffi in Arcivescovado.

A tal proposito, l’Amministrazione Comunale di Pisa ha accolto la richiesta di intitolare una rotonda cittadina al Corpo delle II.VV., destinando la rotatoria posta nelle immediate vicinanze della sede del Comitato CRI di Pisa: all’ intersezione fra via Meucci e la strada statale Emilia.

La cerimonia di intitolazione della rotonda e la successiva commemorazione per i 110 anni dalla fondazione del Corpo delle II.VV. si svolgerà sabato 9 febbraio 2019 con inizio alle ore 10.15 alla presenza delle massime autorità civili, militari e di CRI.

In attesa di poter pubblicare il programma definitivo della cerimonia, l’Ispettorato Regionale delle II.VV. invita tutte le Sorelle, i Volontari, gli appartenenti al Corpo Militare CRI, e tutti i cittadini, che si riconoscano nei valori di umanità e di solidarietà, a partecipare alla giornata commemorativa.

 

 

 

Scadenza 30 aprile

Quota associativa 2019

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente.