Croce Rossa Italiana - Comitato di Pisa

Il primo agosto ha avuto inizio il Summer Camp Palestina 2019, progetto voluto fortemente da Croce Rossa Italiana in collaborazione con la Mezzaluna Palestinese. Il gruppo sarà ospite per tutto il periodo del Comitato CRI di Pisa ma non mancheranno le collaborazioni con altri Comitati del territorio, quali il Comitato di Pontedera, Firenze, Lucca e Donoratico. 

Sono 24 i ragazzi di età compresa tra i 13 ed i 15 anni, accompagnati da 6 adulti, provenienti dalla Striscia di Gaza e dalla West Bank. Il gruppo è giunto a Roma nella tarda mattina del primo agosto per poi raggiungere la struttura CRI di Sant’Anna di Cascina, dove pernotteranno durante tutto il soggiorno. 

In questo periodo, che dedicheranno alla vacanza ed alla conoscenza del territorio ma anche al dialogo ed allo scambio di esperienze, sono molteplici le attività in programma: visite ai principali monumenti delle nostre città, parchi divertimento, gite alla scoperta del territorio e delle nostre tradizioni, incontri con le autorità ed eventi culturali. 

Alcuni di loro non avevano ancora avuto l’opportunità di vedere il mare ed è stata una grande gioia vederli partecipare alle attività che gli OPSA gli hanno proposto e fare il bagno con la loro gioiosa spontaneità come se fossero dei vecchi lupi di mare.
Anche la gita alla scoperta di San Rossore ha regalato grandi emozioni, a partire dal giro in carrozza per i luoghi più suggestivi della tenuta. 

Nei prossimi giorni i ragazzi avranno l’opportunità di visitare Firenze, Pontedera e il Museo Piaggio, Lucca, il museo delle scienze di Calci, Volterra e naturalmente Pisa, il tutto condito con le classiche attività al Coeb, l’altra struttura che accoglie quotidianamente la delegazione durante la loro permanenza in Italia, dove possono divertirsi, in compagnia dei volontari Cri, in spiaggia ed in acqua. 

Non mancherà, lunedì 12 agosto, la possibilità di “incontrare” da vicino questi ragazzi e le loro storie.
L’impegno dei volontari di Croce Rossa Comitato di Pisa e del Coeb è notevole ma ampiamente ripagato dal sorriso di questi giovani che, ancora una volta, insegnano a noi, giovani e adulti quanto le barriere sociali, religiose, culturali siano inesistenti e che la diversità e l’incontro è fonte di ricchezza per tutti. 

Un caloroso benvenuto dunque alla giovane delegazione e un grazie a tutti coloro che rendono possibile con la loro partecipazione e vicinanza questo tipo di attività. 

Alessandra Venturi

 

Summer Camp Palestina 2019 

 

 

 

 

 

Lutto

 

Leonardo Giordani
 
Antonio Lazzaro
 

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente.