Croce Rossa Italiana - Comitato di Pisa
 
nastro tricolore
 

Scritte no Green pass (nella foto Del Punta/Valtriani) sul cartello che indica la sede della Croce Rossa di Pisa in via Emilia, alla rotatoria con via Meucci.

26 marzo 2022 Scritte no Green pass sul cartello della Croce Rossa di Pisa

A denunciarlo è il presidente Cri Antonio Cerrai: «Solo un ignorante con limitate capacità di ragionamento può fare una cosa del genere, scrivendo una cosa del genere su un semplice cartello indicatore di una organizzazione di volontariato che. soprattutto nel momento del bisogno, sostiene, soccorre e protegge tutti, anche lo sciocco che ha fatto questa stupidaggine».
 
E aggiunge: «La Cri non prende parte alle controversie, e sostiene la libera espressione del pensiero, ma qui si sta andando oltre, deturpando un simbolo e un nome che con coraggio entra anche nelle zone di guerra e con quel simbolo da tutto il mondo riconosciuto, cerca di proteggere e salvare le persone più vulnerabili».

Nella struttura, da novembre, l'associazione organizza i tamponi sia per la cittadinanza che per i rifugiati. «Quando arrivano i cittadini ucraini per sottoporli il prima possibile e non farli spostare, andiamo noi nelle strutture di accoglienza», spiega Alessandra Fabbiani, responsabile servizio tamponi per la Cri. «| numeri per quanto riguarda la popolazione pisana sono in diminuzione, anche perché ci stiamo concentrando su tante nuove esigenze». Sono circa 5mila i test effettuati in 4 mesi.
Fonte: La Nazione

 

 

 

 

 

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente.