Croce Rossa Italiana - Comitato di Pisa
 
nastro tricolore
 

Oggi si è conclusa la prima giornata del Breakfast Summer Camp Vita sana a km zero con la soddisfazione di grandi e piccini.
Come previsto è stata consumata una colazione con spremuta d’arancia e schiaccia calda - servita a Casino di Terra, al ristorante Big Roof – e poi siamo stati accolti dal Comandante della Base Logistica ed Addestrativa di Cecina in Villa Ginori. 
Ci è stata riproposta la cerimonia dell’alzabandiera e raccontate vicende dei 280 anni di storia della struttura. Salvatore Argese del Comitato della Cri Toscana – nonché rappresentante dei Giovani della Cri – ha parlato delle finalità del campo e dell’importanza per la nostra salute di una alimentazione corretta e di stili di vita sani. Ai ragazzi hanno portato il loro saluto i sindaci di Guardistallo, Casale Marittimo e Cecina.
E’ stata una bella giornata, do ve ognuno si è trovato a proprio agio, confrontandosi e divertendosi con gli altri.

Breakfast Summer Camp 2021

Il secondo giorno del Breakfast Summer Camp VITA SANA A KM ZERO, il 13 luglio, è condizionato dal maltempo che mette in forse l’attività ma non l’ottimismo di chi ci ospita, la Cooperativa Terre dell'Etruria
Velocemente viene consumata la colazione con spremuta d’arancia, frutta fresca, panini con salumi e crostata appena sfornata e ci portano in un battibaleno nel grande piazzale che contorna i grandi silos dei cereali, dove l’agronomo racconta come funziona lo stoccaggio e – all’arrivo di un carico di grano – le operazioni di pesa e del suo svuotamento nell’impianto.
Alcune gocce di pioggia invitano a spostarsi di qualche chiilometro nei campi dove la grande trebbiatrice attende i ragazzi e qui la tregua del maltempo dura per il tempo necessario a spiegare il suo funzionamento e di vederla all’opera. Il coltivatore, Donatello, ci insegna il gioco con la spiga tra le mani che simula il processo di separazione del chicco dalla paglia.
Quando piove veramente si è con le gambe sotto il tavolo da pranzo del ristorante Big Roof ci si trattiene fino a che non schiarisce.
Nel frattempo si concretizza l’alternativa al mare con una sorpresa.
Lo scuolabus parte per Comune di Montecatini Val di Cecina dove, per la visita alla vecchia miniera di rame scavata fin dal tempo degli etruschi, ci aspettano la guida ambientale Francesco e Yuri e Fabrizio in rappresentanza dell’Amministrazione comunale. Eccezionalmente la miniera viene aperta per la visita.
Proprio una giornata intensa, per bimbi interessati e per professionisti che hanno dato il meglio per incuriosirli.

Breakfast Summer Camp 2021 2

Terzo giorno del Breakfast Summer Camp VITA SANA A KM ZERO. Il 14 luglio si passeggia nella Riserva Naturale Tomboli di Cecina con i Carabinieri per la Biodiversità, che ne sono i custodi da più di un secolo.
E’ il Comandante in persona che ce la presenta. Ci accompagna dagli alberi più vecchi, circa 150 anni; ci racconta della sua importanza per la protezione delle colture agrarie dell’entroterra ma anche della varietà di insetti e di animali che tutt’ora ospita. Ci parla anche dei prodotti che per tanto tempo ha dato - ad esempio i pinoli - e dei lavori che vi si facevano e si fanno tutt’ora. Infine ci ricorda la sua importanza sulla salute - grazie alla sua funzione igienico ricreativa - di tutti coloro che la visitano e la frequentano ogni giorno. Grazie Colonnello Celati.
Ne approfittiamo anche noi per riposarci all’ombra dei pini e per fare un picnic con buonissimi panini e, dopo un momento di relax, ci si incammina per il mare.
Ma il mare è mosso, è esposta la bandiera rossa: non si può fare il bagno! Serve una spiaggia ampia per giocare!

Breakfast Summer Camp 2021 4
Si cambia programma e lo scuolabus ci porta alla spiaggia del Gineprino, a Marina di Bibbona, dove finalmente si corre, si costruisce una poderosa fortezza di sabbia, si fa merenda e infine… ci si scatena nel tiro alla fune.

Breakfast Summer Camp 2021 3

Quarto giorno del Breakfast Summer Camp vita sana a km zero - 15 luglio
Il bel giorno si vede dal mattino. La sig.ra Luana ci imbandisce una colazione coi fiocchi: pizzette e schiaccia appena sfornate e una torta alla carota da leccarsi i baffi. Non resta una briciola.
Via per Donoratico dove ha sede Terre dell’Etruria, la cooperativa agricola fra produttori più importante del nostro territorio.
Seduti nella grande sala riunioni, con la proiezione di alcuni brevi filmati, Azzurra ci illustra come vengono supportate le aziende agricole nelle scelte agronomiche e produttive e dell’impegno per valorizzare le produzioni agricole toscane dei propri associati. Con l’agronomo si passeggia infine nell’uliveta e si conclude la mattinata con la visita al frantoio.
Siamo ospiti a pranzo e gustiamo la pasta condita il loro olio biologico IGP toscano e il sugo di pomodoro colto nella mattinata. Foto di gruppo e veloce arrivederci all’indomani sui campi dell’orto-frutta.
Lo scuolabus si muove rapidamente verso l’agognata destinazione finale: la nostra spiaggia di Marina di Cecina dove finalmente il mare è calmo.
Tutti in acqua per un bagno liberatorio, sotto lo sguardo divertito dei bagnanti ma all’interno del grande quadrato delimitato ai quattro lati dai volontari della Croce Rossa.

Breakfast Summer Camp 2021 5

Quinto giorno del Breakfast Summer Camp Vita sana a km zero – 16 luglio
Ultimo giorno della settimana… comincia ad affiorare un poco di stanchezza fin dal mattino.
Dopo la colazione con schiaccia calda, frutta e crostata ci si attarda un po’ prima di salire sullo scuolabus.
Sono quasi le 11 quando entriamo finalmente nello centro di confezionamento dei prodotti ortofrutticoli di via delle Caldanelle. Qui ci muoviamo fra cassoni di patate e pomodori che continuano ad arrivare e le linee di lavorazione di zucchini in fiore e meloni che vengono preparati dalle operaie per essere subito spediti ai punti di vendita.
Poi Azzurra e Daniele – i nostri accompagnatori di Terre dell’Etruria - ci portano sul campo dei meloni e qui, dopo una veloce spiegazione e sotto gli occhi del coltivatore, si è finalmente liberi di scorrazzare e fare i raccoglitori.
E’ già mezzogiorno, salutiamo e ringraziamo chi ci ha aperto le porte delle loro aziende con passione e professionalità e ci facciamo accompagnare da Virginia, la giovane volontaria di Venturina, alla spiaggia di Baratti dove, seduti sotto i grandi pini ci riposiamo e consumiamo il nostro picnic a base di panini.
E’ nuvolo, c’è un po’ di vento, il mare a due passi ma pochi han voglia di camminare e di ascoltare le storie che sono accadute in questo bel golfo. E allora Roberto il nostro autista dello scuolabus – che ci conosce bene – ci soccorre e ci porta alla rocca di Populonia dove all’unanimità si vota per visitarla.
La giornata e la prima settimana sono al termine: resta solo il tempo per la merenda a base di poponi ed angurie nell’area feste di Guardistallo e per raccogliere alcune tracce con Melina – la nostra pedagogista – su quanto abbiamo fatto e visto in questi 5 giorni.
Arrivederci al prossimo lunedì!

Breakfast Summer Camp 2021 6

19 luglio nella sua sesta giornata la "carovana" del breakfast summer camp VITA SANA A KM ZERO fa tappa a Canneto, ospiti della Croce Rossa locale.
Dopo una colazione con pizzette e schiaccine farcite, veniamo accompagnati al cancello della Riserva Naturale di Caselli dove ci aspettano Duccio, operatore forestale della Comunità Montana e Franco che per tanti anni vi ha lavorato e vissuto. Lo scuolabus si inerpica per la strada bianca che conduce al laghetto. Da qui ci si incammina sul sentiero che ci porta alla Fattoria - oggi aula didattica - dove sono tante le domande sul lupo autoctono imbalsamato che faceva parte della fauna selvatica della Riserva.
Dal cielo il drone della protezione civile della CRI di Donoratico ci segue e lo fa anche quando arriviamo alla Villetta di Monterufoli.
Dopo il pranzo Gabriele, il direttore della Tenuta ci parla di questo luogo, famoso fin dall'antichità per l'estrazione di minerali: il calcedonio, lavorato all'Opificio delle pietre dure e usato nel Rinascimento per comporre intarsi e gioielli; la lignite che proveniva da una vicina cava e era spedita ovunque, per riscaldarsi in inverno, con un treno che partiva proprio dalla Villetta.
La giornata si chiude fra corse e partite al bigliardino, dopo aver lavorato in piccoli gruppi per scrivere o disegnare quello che abbiamo scoperto in questi giorni e per lasciarne traccia con tanti bigliettini nascosti nel parco da far scoprire a chi soggiornera' in questo luogo dopo di noi.

Breakfast Summer Camp 2021 7

20 luglio, settimo giorno, siamo ancora nei dintorni di Canneto con i volontari della Croce Rossa locale pronti a vivere una giornata intensa.
Arriviamo prima delle 9 per l’apprezzata colazione che ci viene imbandita nei locali del Circolo del paese. Poi subito il primo trasferimento nelle campagne di Monteverdi per conoscere gli animali e assaggiare i formaggi di Liana alla fattoria le Ginestre.
Mentre camminiamo nella macchia incontriamo la Pina, una giovane capretta curiosa che dopo i convenevoli ci fa strada verso l’ovile. Ci soffermiamo solo un attimo nel pollaio, dove ci sono pure i colombi per passare poi nella stalla a salutare le mucche e l’ultima nata Brunilde; infine ci dedichiamo alle capre e a Ulisse il capostipite e ci si diverte tutti a nutrirle con le frasche di una povera quercia.
Un attimo per dissetarsi, assaggiare il formaggino di capra, salutare e ringraziare Liana e il suo sposo, e si riparte con lo scuolabus perché Gigi ormai ci aspetta per il pranzo.
Dopo i bimbi di Canneto ci portano alla scoperta del vecchio borgo dove ci si rilassa giocando perché qui si trova sempre un po’ di ombra anche in una giornata particolarmente soleggiata e calda.
Finalmente dopo il gelato si riesce a risalire sullo scuolabus che parte alla volta di Lustignano nel Comune di Pomarance per visitare l’azienda dove è allevato l’agnello pomarancino, una razza di pecore da proteggere.
Ma da Ivana scopriamo veramente cosa è una fattoria degli animali: dalle galline ai maialini, con cani e gatti che gironzolano e poi tutte le gabbie dei conigli, le capre, il laghetto delle oche, delle papere e dei germani… il piacere di accarezzare il pelo del piccolo coniglio, di prendere in braccio l’agnellino, di giocare con la capra. Il tempo passa, ci si scorda dell’orario e infine chi se la sente di rinunciare al rinfresco e alla merenda che ci ha imbandito alla fine del percorso la nostra ospite.
Oggi tutti, dai ragazzi agli accompagnatori e agli animali, abbiano insieme vissuto una esperienza particolare e sicuramente una delle più emozionanti e coinvolgenti. 

Breakfast Summer Camp 2021 8

Nell’ottavo giorno del breakfast summer camp VITA SANA A KM ZERO, il 21 luglio, alla mattina si lavora con maestra Rita e maestra Luciana nell’Area Feste di Guardistallo.
Entrambe sono già intente a preparare fogli e pennarelli colorati quando saliamo sullo scuolabus ancora assonnati per andare a consumare la nostra colazione. Al rientro ci faranno disegnare, ritagliare ed incollare fino all’ora di pranzo quando - stanchi ma soddisfatti - si farà tutti insieme la foto dietro i due manifesti che illustrano le bellezze dei luoghi visitati e dei prodotti della nostra terra che abbiamo ideato insieme e che ci ricorderanno negli anni a venire queste giornate. Grazie maestre e bravi tutti!
Ci ristoriamo un poco all’ombra del pergolato del Big Roof dove mangiamo. Poi finalmente via verso il mare, liscio come un olio, dove ci aspettano Andrea e Silvano avvolti nelle loro tute rosse di OPSA - soccorritori in acqua della Croce Rossa.
E inizia un lungo pomeriggio di nuotate dove si fa proprio di tutto, tranne andare vicino e sugli scogli dove c’è il pericolo.
Si fa solo una pausa e si rientra in spiaggia quando arriva la pattuglia della Polizia di Stato del Commissariato di Cecina. "Cosa avranno mai fatto questi bambini?" - si chiedono i bagnanti sotto gli ombrelloni - "Ah si, sono quelli del Breakfast Summer Camp della Croce Rossa, il Commissario gli ha fatto portare una bella agenda e un bel cappellino per ripararsi dal sole"Oggi le maestre, gli OPSA e gli agenti del Commissariato di Cecina ci hanno mostrato che lavorano in team. Anche voi lo avete sperimentato cooperando per realizzare i banner sulle visite; avrete così scoperto che - lavorando in squadra – il risultato è più facile da raggiungere, è migliore e più soddisfacente… e ci si può pure divertire di più.

Breakfast Summer Camp 2021 9

Nella penultima giornata del Breakfast Summer Camp, il 22 luglio si lavora di nuovo in team: oggi però suddivisi in 5 squadre composte per preparare la pappa per tutti.
Ci guiderà ‘Carletta Cuoca Perfetta’, nome con il quale si presenta in cappello e grembiule Carla la dietista di CIRFOOD, che da anni è animatrice di tantissimi laboratori con bimbi di ogni età.
È arrivata con borse piene di frutta e verdura, quando ancora si era al Big Roof a fare colazione; si è presentata e ha subito sottolineato l'importanza di lavarsi le mani e di mangiare frutta e verdura. Ha spiegato come si dovevano tagliare gli alimenti e - a ciascuno dei 5 gruppi - indicato cosa si doveva preparare per il pranzo.
Tutto è filato liscio, si è lavorato alacremente e si è terminato il lavoro prima di mezzogiorno. Dopo aver riposto in frigorifero le 5 portate, c'è stato pure il tempo di cantare e ascoltare Riccardo - il più giovane volontario - alla chitarra.
Apparecchiati i tavoli, ci si è tutti seduti per gustare quanto preparato; ogni piatto, prima viene descritto dal portavoce del gruppo (ingredienti e fase di preparazione) e poi servito direttamente da Carletta e Augusta la cuoca della scuola.
Ma che fatica per qualcuno gustare questi manicaretti di verdure e frutta freschissima, di cui si siamo presi tanta cura nella preparazione!
Ora nei pensieri però c'è solo il mare e la spiaggia dove ci si rinfrescherà' e ci rilasseremo giocando con la palla: c'è anche Davide, il rappresentante dei giovani della Croce Rossa di Pisa.
Il rientro a Guardistallo viene anticipato, giusto il tempo di gustarci un gelato seduti ai tavolini del bar la Piazzetta.
Domani sarà l'ultimo giorno

Breakfast Summer Camp 2021 10

Venerdì 23 luglio è l’ultimo giorno del breakfast summer camp, ma non c’è tempo per la malinconia… ci sono appuntamenti importanti in spiaggia e poi il prologo di una cena per cento persone da organizzare.
Già dalle 9 sono pronti a dare una mano Davide e Angelica, i giovani rinforzi dal Comitato di Pisa. Si saluta e ringrazia velocemente Luana del Big Roof ancora intenta a preparare i cestini per il picnic del mezzogiorno e con lo scuolabus si parte per la spiaggia, dove Silvano e Andrea nelle loro tute da OPSA ci aspettano per il primo bagno. Intanto i volontari di Donoratico - allestito il gazebo della CRI - hanno già alzato in volo i droni per riprendere l’incontro con la Guardia Costiera di Cecina. In spiaggia ci sono anche i cani dell’associazione cinofila per il salvamento in mare.
Il 1° Maresciallo Vincenzo Ferraro inizia a parlare e si moltiplicano i bimbi che lo ascoltano raccontare di norme di comportamento da rispettare in mare, del loro impegno per il soccorso alle imbarcazioni da diporto, ma anche di orme sulla spiaggia…quelle di mamma tartaruga perché bisogna evitare di danneggiarne il nido e la schiusa delle uova.
Il Comandante fa poi avvicinare il battello alla spiaggia e parte la simulazione di un salvataggio con l’ausilio dei cani. Infine ogni bimbo riceve l’attestato di “lupetto di mare”; ma per averlo bisogna sgomitare fra i bagnanti curiosi.
L’incontro ha termine, il sole picchia, c’è solo il tempo – prima di trasferirsi in pineta per il picnic - di una foto facendo il gesto del surfista, insieme a Gianni ed Elia di Spot 1 che ci hanno ospitato in questi giorni di spiaggia.
Poi quel che resta del pomeriggio è dedicato alla slack-line – il gioco che aumenta la consapevolezza del proprio corpo – assistiti da Giulia, Angelica e Davide; ad eccezione di qualche minuto soli con Melina per una riflessione sull’esperienza fatta.

La sera alle 20, quando si arriva al Tamburello, tutto è pronto in cucina; gli arrosticini del Consorzio Agnello Pomarancino cuociono già sulla griglia di Franco e procede la preparazione dei frati di Stelio, che è assistito da Celina.
Silvano riceve gli ospiti e le famiglie, fa accomodare gli adulti e concorda l’impegno dei giovanissimi camerieri che - quando son tutti seduti - cominciano a servire.
Donatello Cerone porta l’apprezzamento di CIA e di Terre dell’Etruria; nelle pause il Sindaco di Guardistallo e il vicesindaco di Casale M.mo ricordano il poco tempo trascorso da una scelta condivisa in occasione della Giornata Mondiale della Croce Rossa e l’orgoglio per un progetto che ha ottenuto un riconoscimento ed un risalto a livello nazionale. Il Consigliere Giovanni Salvini, in rappresentanza del Comune di Cecina che ha fatto da location per tante giornate al campo, ha rimarcato la necessità “di fare squadra fra associazioni di volontariato ed Istituzioni” per andare incontro alle difficoltà delle famiglie. Carlo Macchioni, complimentandosi con Giulia la referente del progetto, ha ricordato quanto sia stato determinante l’apporto da diversi Comitati della Croce Rossa ed in particolare dei giovani.
Dopo i frati caldi - come sempre apprezzati da grandi e piccini – ai genitori e agli ospiti viene donata una riproduzione, firmata da tutti i bimbi, dei banner realizzati con l’intervento delle maestre Rita e Luciana.
La bella serata è stata resa possibile grazie al fondamentale apporto dato da:  Nicola, Chiara e il COMITATO FESTE di Casale Marittimo, ai generi alimentari donati dal SALUMIFICIO SANDRI e dalla COOP TERRE DELL'ETRURIA, agli ospiti adulti che ci hanno aiutato ad apparecchiare e all’impegno di tutti i bimbi che hanno servito ai tavoli.


ARRIVEDERCI AL 2022 !

Breakfast Summer Camp 2021 12

Credit: 
Damiano Bonini
Comitato di Guardistallo - Casale Marittimo

 

 PDF Programma campo estivo

Per maggiori informazioni consultate il portale CRI  GAIA

 

 

 

 

 

 

 

 

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente.