Croce Rossa Italiana - Comitato di Pisa

Nubifragio del 24 agosto 2014 In quesi ultimi due giorni di emergenza meteo, allagamenti disagi e danni a Pisa ho letto e sentito tante parole negative, spesso frutto della rabbia per aver avuto danni e disagi.


È fuori di dubbio che l'evento sia stato imprevedibile, eccezionale e concentrato in pochissimo tempo.
È altrettanto vero che il sistema di allerta della Protezione Civile di Pisa è fra i più all'avanguardia in Italia e manca solo del collegamento con il Padreterno, ma per questo ci rivolgiamo a San Ranieri (cit. Dialoghi con il Padreterno di Neri Tanfucio).

Ho anche sentito chiamare in causa il sistema del volontariato pisano e anche i migranti (che in questo periodo vanno di moda).
Su questi due punti in particolare non è necessario che si scomodi Ranieri Scacceri, e posso rispondere io personalmente.


Riguardo al sistema del volontariato, pur nella insufficienza di numero rispetto alle necessità dell'evento di ieri, invito il comune a di Pisa a fornire i dati delle presenze e degli interventi fatti dai VVF e dai volontari di protezione civile. Solo la CRI ha messo in campo tutto il personale disponibile, compresi i volontari di altre regioni (lombardia, piemonte, Puglia, Campania, Tentino, ...) che si trovavano in servizio qui a Pisa, che hanno lavorato senza tregua mentre gli altri colleghi assicuravano il regolare svolgersi dei servizi sanitari di emergenza, ordinari e sociali e mente anche la sede della CRI a Ospedaletto era sommersa e abbiamo subito danni e difficoltà ad uscire con i veicoli.


Riguardo alle polemiche sui migranti, risparmio le parole e faccio parlare le immagini, informando che molti dei migranti che ospitiamo, hanno manifestato la volontà di aiutare la popolazione colpita dall'alluvione, fornendo anche la disponibilità successiva a svolgere lavori di pubblica utilità nei comuni di Pisa e San Giuliano Terme che li ospitano.


Ciò detto, rispetto anzitutto (anche per lo sfogo comprensibile) chi ha subito i danni, e mi sforzo (e ci sforziamo) a dare il massimo supporto per poter contribuire fattivamente alla risoluzione rapida dei problemi sorti con questo evento alluvionale.

Antonio Cerrai

 

Nubifragio del 24 08 2014

La Nazione

Nubifragio del 24agosto2015 La Nazione

 

 

 

 

 

Lutto

 

Leonardo Giordani
 
Antonio Lazzaro
 

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente.