Croce Rossa Italiana - Comitato di Pisa

Volontari per ripristinare canali di scolo e canalette del Monte Pisano

A fronte del rischio idrogeologico nato a seguito degli estesi e disastrosi incendi del Monte Pisano avvenuti la scorsa settimana nella zona di Calci e Vicopisano, già dalla mattina di domenica 30 settembre dalla Regione Toscana - settore Protezione Civile - è stato comunicato lo stato di Allerta meteo Gialla che per queste due aeree nel primo pomeriggio dello stesso giorno è diventata Rossa, attenuatasi il giorno seguente e rientrata stamane, con richiesta di personale di supporto alla popolazione.

Anche la Sala Operativa della CRI Di Pisa prontamente è stata attivata a supporto anche di tale ulteriore emergenza. Con l’Allerta è stato richiesto, in particolare, personale per l’attivazione di un centro di accoglienza, oltre a mezzi e materiali quali pompe idrovore e torre faro, nonché personale di sala ed autisti per minibus nel caso di sfollamento dei residenti dal Monte Pisano.

Alcuni operatori della SOP CRI si sono recati già dalla sera di domenica presso la Centrale operativa di Calci per lo studio del piano di intervento elaborato in caso di precipitazioni temporalesche peraltro previste dalle prime ore dell’1 ottobre e tutt’ora in corso – anche se l’allerta, per il momento, è rientrata.

In particolare sono stati allertati i residenti nelle zone adiacenti a torrenti e vallini e sono state preparate le squadre da inviare nelle zone più impervie e pericolose per rischio smottamenti.

«Chiedo a tutti i cittadini di iscriversi al nostro servizio di allerta meteo sul sito del Comune. Lasciando un cellulare, in caso di pericolo, potranno essere subito contattati». Lo ha affermato il sindaco di Calci, Massimiliano Ghimenti. «Da martedì la Regione ci ha assicurato che partirà con gli interventi forestali – prosegue – mentre ora non posso far altro che invitare gli abitanti a sistemare le proprietà private dal punto di vista di regimazione idraulica e di chiamare, in caso di necessità, il numero 050 939522» (cit. Il Tirreno)

Elisabetta Rizzo

 

 

Rischio idrogeologico

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente.