Croce Rossa Italiana - Comitato di Pisa
 
nastro tricolore
 

Stop the bleed la campagna promossa da American College of Surgeons (ACS) con la Società Italiana di Chirurgia d'Urgenza e del Trauma (SICUT) ha fatto tappa a Pisa grazie alla donazione del Rotary Club Galilei del Kit Stop the bleed a:

  • Croce Rossa Italiana - Comitato di Pisa
  • Centro Addestramento Paracadutismo di Pisa
  • Corning Pharmaceutical Glass di Pisa centro riabilitazione Kinetic di Pisa
  • Scuola IPSSAR Matteotti di Pisa

donazione rotary pisa 27 febbraio 2021 6

Alla presenza del Presidente Rotary Club Pisa Galilei Dott. Savino Sardella, del Direttore chirurgia d'urgenza Azienda universitaria ospedaliera Pisana Prof. Massimo Chiarugi e del Presidente Comitato CRI di Pisa Cav.Uff. Antonio Cerrai, si e’ svolto nella mattina di sabato 27 Febbraio 2021 presso il salone dell’ Hotel Baleari, struttura ricettiva di Croce Rossa Italiana - Comitato di Pisa, il corso per l’ utilizzo del kit donato Stop the bleed comprendente: il box contenitore, la cartellonistica segnaletica e le borse con i presidi sanitari salvavita per i soccorritori, a cui sono state illustrate le tecniche per il controllo di un’emorragia massiva agli arti tramite il contenuto delle borse stesse.

L’unica cosa piu’ tragica di una morte e’ una morte che poteva essere evitata “ questa la frase – slogan della campagna Stop the bleed Infatti in seguito ad un trauma, di qualsiasi natura esso sia, la vittima può andare in contro a morte per emorragia massiva in 5 – 10 minuti. Risulta cosi’ il valore degli strumenti di soccorso donati dal Rotary Club Galilei come aiuto e sostegno a tutti quei soccorritori che durante lo svolgimento delle loro attivita’ possono rappresentare una presenza competente in aiuto ad eventuali vittime di un’emorragia causata da incidenti sul lavoro, sportivi, di caccia o da atti violenti e premeditati, come azioni terroristiche.

donazione rotary pisa 27 febbraio 2021

Emanuela Bristot

 

 

 

 

 

 

Webinar 2021

Anche la salute è una questione d'amore! Nel mese dedicato agli innamorati, parliamo con la Croce Rossa Italiana di consapevolezza, consenso e benessere psico-fisico nei rapporti.

Il 24 febbraio, alle ore 11:00, torniamo in classe con un altro webinar, organizzato dall’Associazione in collaborazione con Akuel Italia, nell’ambito della più ampia campagna di sensibilizzazione LoveRED.

Un’occasione unica per scoprire insieme come vivere in modo sano la sfera affettiva e quella sessuale. “Conoscersi per amarsi”. È questo il primo passo per sperimentare la sessualità, saper riconoscere i nostri bisogni e capire quali sono i sintomi di un malessere quando questo si presenta.

Dall’importanza dei rapporti protetti per prevenire le malattie sessualmente trasmesse (MST), alla necessità di acquisire piena consapevolezza del nostro corpo per imparare ad amare bene noi stessi e gli altri. Vi aspettiamo online per discuterne insieme e rispondere a tutte le vostre domande.

Parlarne, informarsi, proteggersi!

PARTECIPA AL WEBINAR

 

 

 

 

 

Questa mattina, 13 febbraio, sono stati donati alla nostra Unità Territoriale, 9 saturimetri dal Rotary E-Club Distretto 2071, rappresentato dal presidente Piero Iafrate.
Alla cerimonia era presente anche il Sindaco del nostro Comune di Vicopisano, Matteo Ferrucci.

Saturimetri dal Rotary E Club

Come ha detto il presidente Iafrate, si tratta di un progetto promosso dai soci David Ghezzani e Simon Paolini, per sostenere la nostra amata associazione ma al contempo, le famiglie in situazioni di difficoltà economica che ne hanno bisogno.
Ringraziamo di cuore il Rotary E-Club Distretto 2071 per il significativo gesto.

È stata una bella mattina, in questo gesto c’è tutto il valore della comunità, di realtà che ne supportano altre, a vantaggio delle fasce più deboli della cittadinanza. Il nostro Comune ha un tessuto associativo e di volontariato straordinario e mi fa piacere, ogni volta, rinnovare l’apprezzamento, i tantissimi grazie, la profonda stima per tutti i volontari.” queste le parole del Sindaco.

Presto inaugureremo la nuova jeep ambulanza che ci è indispensabile per uno dei nostri numerosi servizi: il supporto sanitario alle squadre dell’antincendio boschivo. Come nel caso dei saturimetri, dei quali ringrazio molto il Rotary, anche in questo caso, oltre alle nostre attività, sono state le donazioni e la generosità dei cittadini, delle altre associazioni, e delle aziende a permetterci di raggiungere questo nuovo obiettivo.” conclude il mosto Delegato Emanuel Felloni.

Anna Celardo

 

 

 

 

 

Emergenza Bosnia: Croce Rossa Italiana lancia una raccolta fondi sulla piattaforma GoFundMe
Rocca: “Il Covid-19 non deve farci dimenticare le gravi crisi umanitarie in atto. Non possiamo voltare la testa dall’altra parte, dobbiamo intervenire”

In Bosnia-Erzegovina è in corso una grave crisi umanitaria. A Lipa, dove a dicembre 2020 un incendio ha distrutto il campo di accoglienza, così come in altri crocevia della cosiddetta nuova rotta balcanica, migliaia di persone migranti vivono in condizioni drammatiche. Manca tutto: acqua, cibo, medicine, servizi di base, elettricità.

Bosnia raccolta fondi 2021

La Croce Rossa Italiana è da anni al fianco della Società di Croce Rossa di Bosnia ed Erzegovina, che dall’inizio dell’emergenza assiste migliaia di persone che transitano per il Paese, fuggendo da guerre e povertà con la speranza di poter raggiungere l’Europa. Supportiamo il lavoro della Consorella nei centri di accoglienza ma anche e soprattutto fuori. Le Unità Mobili, formate da personale medico-sanitario, psicologi e altri volontari esperti, lavorano senza sosta per raggiungere i numerosi migranti rifugiati nelle aree più remote, in condizioni inumane, tra boschi e zone di frontiera, in attesa di poter attraversare il confine con la Croazia.

“Il Covid-19 non deve farci dimenticare le gravi crisi umanitarie in atto. A Lipa dopo l’incendio del 23 dicembre scorso che ha tolto il solo riparo ad oltre un migliaio di persone migranti, le condizioni umanitarie sono gravissime. I profughi, provenienti in gran parte dal Pakistan e dall'Afghanistan, sono supportati dalla Croce Rossa bosniaca che sta facendo il massimo. Due settimane fa circa abbiamo inviato i primi aiuti. Sono partiti, infatti, dal Centro Operativo Emergenze di Avezzano della CRI, tre autoarticolati contenenti beni di prima necessità e giacche a vento, coperte, vestiario e scarpe invernali che sono stati messi a disposizione della Società Nazionale bosniaca a Sarajevo e a Bihać (nell'area dell’Una Sana ai confini con la Croazia). Ma la situazione è ancora drammatica e dobbiamo intervenire. Mancano l’acqua, le fognature o l’elettricità. Non si può vivere in queste condizioni, non dobbiamo voltare la testa dall'altra parte”. Così Francesco Rocca, Presidente della Croce Rossa Italiana e della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa.
Occorre un sostegno ulteriore, per le persone migranti ma anche per la popolazione locale che si trova ad affrontare una doppia emergenza: la crisi migratoria e la pandemia di COVID-19, con le sue drammatiche conseguenze anche socio-economiche. In questo momento il tuo aiuto può fare la differenza.

 

Bosnia fondi

 

 

 

 

 

in collaborazione con la Regione Toscana, l'ANPAS e le Misericordie, è stato prodotto questo filmato sul corretto utilizzo dei dispositivi di protezione individuale che sono un presidio fornamentale per cercare di arginare l'emergenza sanitaria in atto.

A questo link, potete prendere visione del filmato:

Dispositivi protezione individuale

Fonte: Comitato Regionale Toscana

 

 

 

 

 

Servizio civile universale 1

Requisiti

Per partecipare alla selezione, come previsto dall’art. 14 del decreto legislativo 6 marzo 2017, n. 40, è richiesto al giovane il possesso dei seguenti requisiti:

a) cittadinanza italiana, oppure di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea, oppure di un Paese extra Unione Europea purché il candidato sia regolarmente soggiornante in Italia;
b) aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superato il ventottesimo anno di età (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della domanda;
c) non aver riportato condanna, anche non definitiva, alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo oppure ad una pena, anche di entità inferiore, per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, oppure per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

Non possono presentare domanda i giovani che:
• appartengano ai corpi militari e alle forze di polizia;
• abbiano interrotto il servizio civile nazionale o universale prima della scadenza prevista;
• intrattengano, all’atto della pubblicazione del presente bando, con l’ente titolare del progetto rapporti di lavoro/di collaborazione retribuita a qualunque titolo, oppure abbiano avuto tali rapporti di durata superiore a tre mesi nei 12 mesi precedenti la data di pubblicazione del bando; in tali fattispecie sono ricompresi anche gli stage retribuiti.

Possono presentare domanda di Servizio civile i giovani che, fermo restando il possesso dei requisiti di cui al presente articolo:
• nel corso del 2020, a causa degli effetti dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, abbiano interrotto il servizio volontariamente o perché il progetto in cui erano impegnati è stato definitivamente interrotto dall’ente;
• abbiano interrotto il Servizio civile a conclusione di un procedimento sanzionatorio a carico dell’ente che ha causato la revoca del progetto, oppure a causa di chiusura del progetto o della sede di attuazione su richiesta motivata dell’ente, a condizione che, in tutti i casi, il periodo del sevizio prestato non sia stato superiore a sei mesi;
• abbiano interrotto il Servizio civile nazionale o universale a causa del superamento dei giorni di malattia previsti, a condizione che il periodo del servizio prestato non sia stato superiore a sei mesi;
• abbiano già svolto il Servizio civile nell’ambito del progetto sperimentale europeo International Volunteering Opportunities for All e nell’ambito dei progetti per i Corpi civili di pace;
• abbiano già svolto il “servizio civile regionale” ossia un servizio istituito con una legge regionale o di una provincia autonoma.

Possono inoltre presentare domanda di Servizio le operatrici volontarie ammesse al Servizio civile in occasione di precedenti selezioni e successivamente poste in astensione per gravidanza e maternità, che non hanno completato i sei mesi di servizio, al netto del periodo di astensione, purché in possesso dei requisiti di cui al presente articolo.
Infine, in deroga a quanto previsto all’articolo 14 del decreto legislativo 6 marzo 2017, n. 40, possono presentare domanda anche i giovani che, alla data della presentazione della stessa, abbiano compiuto il ventottesimo e non superato il ventinovesimo anno di età, a condizione che abbiano interrotto lo svolgimento del servizio civile nell’anno 2020 a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Tale possibilità è prevista dall’art. 12-quater del decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137, recante ulteriori misure urgenti in materia di tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese, giustizia e sicurezza, connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19, introdotto dal
disegno di legge di conversione approvato dalla Camera dei deputati in data 18 dicembre 2020 ed attualmente in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale. Sarà però possibile presentare domanda solo a seguito dell’entrata in vigore nei prossimi giorni della legge di conversione, che coinciderà con il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta.

Si ricorda che è possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto del Servizio Civile Universale, da scegliere tra quelli inseriti nei bandi pubblicati. 
La presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti inseriti nei bandi pubblicati sul sito del Servizio Civile.

 

Termini e modalità

Il termine per presentare la domanda di partecipazione è fissato alle ore 14:00 del 15 febbraio 2021.

La consegna della domanda di partecipazione dovrà avvenire esclusivamente attraverso la:
• piattaforma DOL raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it Per accedere ai servizi di compilazione e presentazione domanda sulla piattaforma DOL occorre che il candidato sia riconosciuto dal sistema.

ATTENZIONE: I cittadini italiani residenti in Italia o all’estero e i cittadini di Paesi extra Unione Europea regolarmente soggiornanti in Italia possono accedervi esclusivamente con SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale. Sul sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale www.agid.gov.it/it/piattaforme/spid  sono disponibili tutte le informazioni su cosa è SPID, quali servizi offre e come si richiede. Per la Domanda On-Line di Servizio civile occorrono credenziali SPID di livello di sicurezza 2.

Invece, i cittadini appartenenti ad un Paese dell’Unione Europea diverso dall’Italia o a Svizzera, Islanda, Norvegia e Liechtenstein, che ancora non possono disporre dello SPID, e i cittadini di Paesi extra Unione Europea in attesa di rilascio di permesso di soggiorno, possono accedere ai servizi della piattaforma DOL previa richiesta di apposite credenziali al Dipartimento, secondo una procedura disponibile sulla home page della piattaforma stessa.

Le domande trasmesse con modalità diverse da quelle indicate all'art. 5 del Bando non saranno prese in considerazione.

 

Che cosa è SPID e come ottenerla

Per ottenere le informazioni necessarie per ottenere la tua identità SPID clicca qui

 

Adempimenti e comunicazioni

Si comunica a tutti i candidati che tutte le informazioni relative al progetto del Servizio Civile, in particolare l'elenco ammessi ed esclusi alla selezione, il calendario dei colloqui di selezione, le graduatorie del progetto, saranno pubblicate esclusivamente sul sito internet https://www.cri.it/serviziocivile

Non si procederà ad alcun ulteriore avviso o comunicazione.  I colloqui ai sensi dell’art. 5 – Procedure selettive – avverranno presso la sede indicata almeno 10 giorni dopo la pubblicazione del calendario.
Ai sensi dell’art. 3 – Obblighi di pubblicazione a carico degli Enti – si comunica che, a causa dell’emergenza COVID-19 l’ente ha istituito uno sportello telefonico per fornire informazioni o supporto ai giovani che ne avessero necessità. Tale sportello è raggiungibile telefonicamente chiamando dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.30 il numero 06-55100577

 

Rimandi

Per ulteriori approfondimenti è possibile consultare il sito web del Servizio Civile Nazionale http://www.serviziocivile.gov.it/  oppure il sito https://www.scelgoilserviziocivile.gov.it/ .

Si prega di prendere visione del testo integrale del Bando pubblicato unitamente agli allegati da presentare. 

Per ogni ulteriore informazione e/o chiarimento sarà possibile inviare una e-mail a servizio.civile@cri.it oppure contattare direttamente i Comitati attuatori dei progetti per cui gli aspiranti volontari vogliono presentare la loro candidatura.

 

Progetti sul territorio

Riparte il #ServizioCivileUniversale scopri i progetti attivati dalla CRI di Pisa su Pisa e Litorale Pisano

Clicca sul seguente link servizio civile

Rosso Seleziona la regione: TOSCANA

Rosso Seleziona la provincia: PISA

Rosso Seleziona il Comune: PISA

Rosso Seleziona la provincia: PISA

Rosso Denominazione ente: ASSOCIAZIONE DELLA CROCE ROSSA ITALIANA

 

Hai tempo fino alle 14:00 del 15 febbraio 2021 per presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo:

Domandeonline

 

 

 

 

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente.