Croce Rossa Italiana - Comitato di Pisa
 
nastro tricolore
 
Corso Walking Leader
 
 
In data 9 luglio 2024 si è svolto, presso il Comitato CRI di Pisa, il corso Walking Leader tenuto da dirigenti medici dell azienda USL nord ovest Pisana. Il corso , rivolto ai volontari Cri, ha visto la partecipazione numerosa anche da parte dei Comitati di Lucca e Livorno . Il corso ha potuto formare personale in grado di organizzare un gruppo di camminata adatto a tutti gli utenti , camminata come benessere psico- fisico , come prevenzione di malattie e come metodo per arginare aggravamenti patologici , come possibilita di adottare uno stile di vita piu sano e per socializzare con altre persone. Camminata come inclusione poiché è per tutti e perché no.... magari passeggiando in un bellissimo scenario che le nostre zone possono offrire. A partire da settembre i volontari walking leader del comitato cri di Pisa, si renderanno disponibili per il coordinamento di gruppi di cammino nel più ampio programma di promozione degli stili di vita sani , in cui Croce Rossa è fortemente impegnata.
 
[redazione CRI - Comitato di Pisa, 16 luglio 2024]
 
 
 
 
 

Per festeggiare i 160 anni di storia della Croce Rossa Italiana, una delegazione del Comitato Territoriale di Pisa, composta da quasi trenta volontari, guidati dalla consigliera Sandra Vitolo, è andata a Solferino. Qui i volontari pisani hanno partecipato alla tradizionale fiaccolata che da Solferino arriva a Castiglione delle Stiviere, insieme ad altre migliaia di volontari, provenienti da tutta Italia e anche dall'estero. Erano volontari che fanno parte di società nazionali di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa.

 

Solferino 24

 

In un'atmosfera, resa ancora più eccezionale dalla presenza mattutina del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a serata inoltrata circa ottomila persone hanno illuminato il percorso e le strade della camminata con le fiaccole, in memoria della battaglia di Solferino del 1859. La battaglia che dette l'idea a Henry Dunant di costituire una società di soccorso che nel 1864 divento appunto la Croce Rossa.
 
Solferino 24 2
 
[redazione CRI - Comitato di Pisa, 25 giugno 2024]
 
 
 
 
 
 
 

Solferino 2024 nazionale

In occasione del 160° anniversario della fondazione di Croce Rossa, il 22 giugno 2024 parte dal Comitato Territoriale di Pisa una delegazione di volontari, guidati dalla consigliera Sandra Vitolo.

Essere presenti a Solferino è ogni anno un tributo al fondatore di Croce Rossa Henry Dunant, ma soprattutto un impegno rinnovato nei principi universali della nostra associazione. Quest’anno poi, insieme al nostro presidente nazionale, sarà presente anche il Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella. Un motivo in più di orgoglio per tutelare e mantenere viva la nostra tradizione al servizio delle persone.

Il campo annuale di Solferino ha pregi logistici, ma soprattutto un saldo legame storico, come ha recentemente dichiarato il presidente di Croce Rossa Italiana, Rosario Velastro: "Da oltre trent'anni la nostra storica fiaccolata vede migliaia di volontarie e volontari provenienti da tutto il mondo partire da Solferino e arrivare a Castiglione delle Stiviere. Per noi è il mondo migliore per ritrovarsi e celebrare, nei luoghi che hanno ispirato Henry Dunant. Siamo in un mondo che cambia rapidamente e nel quale la Croce Rossa continua nel suo impegno e nelle proprie azioni a supporto di chiunque abbia bisogno di aiuto, senza nessuna distinzione".

L'importanza della fiaccolata e del raduno a Solferino, quindi, non risiede soltanto nella commemorazione storica, ma anche nella riaffermazione dei valori fondamentali di Croce Rossa: umanità, imparzialità, neutralità, indipendenza, volontarietà, unità e universalità.

[redazione CRI – Comitato di Pisa, 21 giugno 2024]

 

 

 

 

 

160 logo positivo

 

Il 15 giugno 2024, la Croce Rossa Italiana (CRI) celebra un traguardo straordinario: il 160° anniversario dalla sua fondazione. Questo anniversario rappresenta un momento di riflessione e celebrazione per un'organizzazione che ha svolto un ruolo cruciale nella storia italiana e mondiale, dedicandosi alla protezione della vita e della dignità umana. Fondata il 15 giugno 1864 e ispirata dai principi del movimento internazionale della Croce Rossa avviato da Henry Dunant nel 1863, la missione della CRI è sempre stata quella di fornire assistenza senza discriminazione alle vittime di conflitti armati e calamità naturali, promuovendo al contempo l'educazione sanitaria e la preparazione alle emergenze.

La CRI opera secondo sette principi fondamentali: Umanità, Imparzialità, Neutralità, Indipendenza, Volontarietà, Unità e Universalità. Questi principi guidano ogni azione e decisione dell'organizzazione, assicurando che l'aiuto sia fornito senza distinzione di nazionalità, razza, credo religioso, classe o opinione politica.

Nel corso dei decenni, la Croce Rossa Italiana ha ampliato il suo raggio d'azione, adattandosi ai cambiamenti della società e delle emergenze. Oggi, la CRI è attiva in numerosi settori, tra cui emergenze sanitarie, servizi sanitari e sociali, formazione e assistenza internazionale. Fornisce soccorso in caso di terremoti, alluvioni e altre calamità naturali, come nel recente caso delle alluvioni in Emilia-Romagna. Offre supporto a persone vulnerabili, inclusi anziani, disabili e persone senza fissa dimora, attraverso una rete di volontari e professionisti. Promuove corsi di primo soccorso, educazione sanitaria e preparazione alle emergenze, formando migliaia di cittadini ogni anno. Partecipa inoltre a missioni umanitarie all'estero, collaborando con altre società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa per fornire aiuti in zone di conflitto e aree colpite da disastri.

Il cuore pulsante della CRI sono i suoi volontari: uomini e donne di tutte le età e provenienze che dedicano il loro tempo e le loro energie al servizio degli altri. La loro dedizione è testimoniata dalle numerose storie di eroismo quotidiano, che vedono i volontari intervenire in situazioni di emergenza, offrire sostegno psicologico e materiale e contribuire alla costruzione di comunità più resilienti.

Guardando al futuro, la Croce Rossa Italiana si impegna a continuare la sua opera con lo stesso spirito di dedizione e innovazione che ha caratterizzato i suoi primi 160 anni. Con l'obiettivo di rispondere alle nuove sfide globali, come i cambiamenti climatici, le migrazioni e le nuove emergenze sanitarie, la CRI continua a evolversi, rimanendo fedele ai suoi principi fondamentali.

 

 

 

 

 

 

 

09 maggio 2024 Lotta contro il melanoma

 

Il Comitato della Croce Rossa di Pisa si impegna ancora una volta nella lotta contro il melanoma, partecipando attivamente alla campagna di prevenzione dell'associazione contro il melanoma ACM.

Oltre a fornire supporto logistico, siamo fieri di informare la comunità sulle varie attività che il nostro Comitato svolge.

Siamo sempre pronti ad aiutare gli altri, rimanendo costantemente aggiornati e sul pezzo per garantire il benessere e la sicurezza di tutti.

Biancamaria Coli

 

 

 

 

 

Il 2 giugno, l'Italia celebra la Festa della Repubblica, una giornata di grande significato storico e civico che commemora il referendum del 1946 in cui il popolo italiano scelse di abolire la monarchia in favore della repubblica. Questa ricorrenza è segnata da una serie di eventi solenni e festosi, tra cui parate militari, discorsi ufficiali e celebrazioni pubbliche in tutta la nazione.

 

2 giugno festa della repubblica

 

Tra i protagonisti di questa giornata di festa, un ruolo di rilievo è ricoperto dalla Croce Rossa Italiana (CRI), che da oltre un secolo rappresenta un pilastro fondamentale del sistema di protezione civile e assistenza umanitaria del paese. Fondata nel 1864, la Croce Rossa Italiana è una delle più antiche e rispettate organizzazioni di soccorso al mondo. La sua missione principale è quella di prevenire e alleviare la sofferenza umana, senza discriminazioni di nazionalità, razza, religione, classe sociale o opinioni politiche.

La CRI è parte del Movimento Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, che opera in oltre 190 paesi. Negli ultimi anni, la Croce Rossa Italiana ha affrontato sfide straordinarie, in particolare durante la pandemia di COVID-19. La CRI ha svolto un ruolo cruciale nella risposta all'emergenza sanitaria, fornendo assistenza medica, supporto logistico e aiuti umanitari. Migliaia di volontari e operatori sanitari della CRI sono stati impegnati in prima linea, gestendo posti di primo soccorso, unità mobili di terapia intensiva e centri di vaccinazione. Inoltre, la CRI ha offerto sostegno psicologico e assistenza alle persone più vulnerabili, compresi gli anziani e le famiglie in difficoltà economica.

Durante le celebrazioni della Festa della Repubblica, la presenza della Croce Rossa Italiana è particolarmente visibile. La CRI partecipa alla tradizionale parata militare che si svolge a Roma, con i suoi volontari che sfilano lungo i Fori Imperiali. Questa partecipazione non solo onora l'impegno della CRI, ma serve anche a ricordare al pubblico l'importanza del volontariato e della solidarietà. Oltre alla partecipazione alla parata, la Croce Rossa Italiana organizza in questa giornata eventi di sensibilizzazione e attività educative.

Guardando al futuro, la Croce Rossa Italiana continua a rinnovarsi e a sviluppare nuovi progetti per rispondere alle emergenze e alle necessità della società moderna. L'organizzazione sta investendo in tecnologie innovative e formazione avanzata per i suoi volontari, assicurando così una capacità di risposta sempre più efficace. In conclusione, la Festa della Repubblica non è solo un momento di celebrazione nazionale, ma anche un'occasione per riconoscere e onorare il lavoro instancabile della Croce Rossa Italiana. Il loro impegno quotidiano, soprattutto nei momenti di crisi, rappresenta un esempio di dedizione e solidarietà che incarna i valori fondamentali della Repubblica Italiana.

 

 

 

 

 

 

8maggio2024
 
8 maggio 2024: Celebrando l'Umanità e la Solidarietà con la Croce Rossa

Oggi, il mondo si unisce per celebrare la Giornata Mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, un'occasione speciale per onorare l'eroismo e l'impegno di coloro che si dedicano a soccorrere e assistere le persone in situazioni di emergenza e bisogno.

La Croce Rossa è molto più di un'organizzazione umanitaria. È un simbolo di speranza e solidarietà che si diffonde in tutto il mondo, portando conforto, cure e sostegno a milioni di individui colpiti da catastrofi naturali, conflitti armati e crisi umanitarie.

Da oltre un secolo e mezzo, la Croce Rossa ha lavorato instancabilmente per alleviare le sofferenze umane, rispondendo con tempestività e determinazione alle sfide più impegnative che il mondo ha affrontato. I suoi volontari, spesso esposti a situazioni pericolose e traumatiche, sono la spina dorsale di questa organizzazione, mostrando un coraggio e una generosità senza pari nel loro impegno per il bene comune.

Ma la Croce Rossa non si limita solo a fornire soccorso durante le emergenze. Attraverso programmi di prevenzione delle malattie, educazione sanitaria e supporto psicologico, contribuisce a promuovere la salute e il benessere delle comunità in tutto il mondo. La sua presenza costante e il suo impegno senza fine sono un faro di speranza per coloro che si trovano nel bisogno più profondo.

In un mondo sempre più complesso e interconnesso, la Croce Rossa continua a essere una forza di cambiamento positivo, abbracciando l'innovazione e l'adattamento per affrontare le sfide emergenti. Attraverso la sua rete globale di volontari e partner, si impegna a costruire un futuro più sicuro, giusto e inclusivo per tutti.

Oggi, mentre celebriamo la Giornata Mondiale della Croce Rossa, riflettiamo sul potere della compassione umana e dell'azione collettiva. Ognuno di noi ha un ruolo da svolgere nel sostenere e rafforzare questa organizzazione vitale, affinché possa continuare a svolgere il suo importante lavoro per generazioni a venire.

Unisciti a noi nell'onorare e ringraziare la Croce Rossa e Mezzaluna Rossa e nel rinnovare il nostro impegno per un mondo più umano, solidale e compassionevole. Insieme, possiamo fare la differenza e ispirare il cambiamento che tanto desideriamo vedere nel mondo.