Croce Rossa Italiana - Comitato di Pisa

Croce Rossa, Fratres e Pubblica Assistenza si rivolgono ai cittadini "per evitare il blocco di alcune attività del nostro ospedale"

Pisa, 3 maggio 2019 

Preoccupa la carenza di sangue all'ospedale di Cisanello e, in generale, in Toscana. Così, anche la Croce Rossa, Fratres e Pubblica Assistenza rispondono all'appello lanciato dal Centro trasfusionale di Cisanello (come già fatto dall'Avis)  "invitando a gran voce tutti i propri donatori attivi ad andare a donare per evitare il blocco di alcune attività nel nostro ospedale e come in occasione anche di recenti emergenze di protezione civile e simili fanno appello alle coscienze di tutti i cittadini che sono in buona salute e che hanno tra i 18 ed i 65 anni affinché avviino il percorso per divenire donatori".

 

Donatori sangue


Nell'appello si ricorda che il Centro trasfusionale rimarrà aperto anche domenica 5 maggio 2019 dalle 8 alle 11.  In una nota congiunta delle tre associazioni si ricorda che "in queste ultime settimane il nostro ospedale e il sistema sanitario regionale sta patendo una importante carenza di donazioni di sangue che mette a dura prova la sua piena operatività e funzionalità. Da tempo nella nostra regione ed anche nella nostra zona vi è una costante diminuzione del numero di donazioni nonostante l’impegno senza sosta delle associazioni di volontariato che operano nel settore della donazione di sangue e del Centro trasfusionale per accrescere la cultura della donazione e sensibilizzare soprattutto nei più giovani. Lo scopo è anche quello di poter, per quanto possibile, organizzare e programmare le donazioni per avere adeguate disponibilità di sangue intero, plasma e piastrine per garantire l’effettuazione degli interventi chirurgici programmati, dei trapianti di organi e delle trasfusioni. Far fronte inoltre ai bisogni di alcune particolari tipologie di pazienti come ad esempio quelli oncologici e oncoematologici utilizzando al meglio le scorte di ogni singola tipologia".


Si ricorda, inoltre che "donare sangue è semplice, sicuro e non nuoce alla salute del donatore. Per farlo è sufficiente recarsi presso il Centro trasfusionale del nostro ospedale di Cisanello, nella prima visita verrà fatto un primo prelievo di sangue ed un colloquio con un medico trasfusionista che verificherà l’idoneità alla donazione; dopo alcuni giorni se non emergeranno problematiche la persona potrà fare la sua prima donazione recandosi nuovamente presso il Centro Trasfusionale e auspicabilmente continuare poi con regolarità la sua opera di donazione".

Fonte: La Nazione

 

 

 

 

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente.