Croce Rossa Italiana - Comitato di Pisa

Kimap sbarca all’Internet Festival di Pisa: una sessione di Crowdmapping per le strade del centro storico

Kimap Pisa 0 

Un tranquillo venerdì pomeriggio di sole nel centro storico di Pisa, apparentemente non molto diverso dai tanti pomeriggi fuori stagione di questo stranissimo ottobre. Le strade pressoché deserte, i pochi passanti camminano distratti sui marciapiedi e qualche bicicletta sfreccia silenziosamente e faticosamente sul tiepido asfalto della città. La quiete pomeridiana s’infrange all’improvviso sul passo di una strana compagnia che procede in modo curioso lungo la via. Un folto gruppo di ragazzi, alcuni dei quali si muovono in sedia a rotelle e altri a piedi, capeggiati da due signori che portano al collo il logo di Kimap, l’app progettata e svilluppata dalla start-up innovativa Kinoa come sistema di navigazione intelligente per disabili motori. Quella della compagnia non è una semplice passeggiata salutare postprandiale, ma una sessione organizzata di Crowdmapping inserita nell’ampio programma dell’Internet Festival 2019, l’appuntamento annuale che per quattro giorni riunisce nella città professionisti del settore, appassionati del digitale e semplici curiosi con un vastissimo programma di mostre, attività di formazione e seminari sul mondo della Rete.


Cos’è Kimap e cosa si intende per Crowdmapping
Progettata e sviluppata interamente nell’ambiente fiorentino di Kinoa e diffusasi poi con successo in altre città italiane e del mondo, Kimap è una tecnologia di navigazione pensata specificatamente per i disabili motori che si muovono in carrozzina che sfrutta i dati trasmessi automaticamente dai sensori dello smartphone per rilevare le condizioni di pendenza, sconnessione e agibilità del terreno e quindi tracciare il miglior percorso possibile in termini di accessibilità, tempo e distanza per l’utente che vuole raggiungere la sua meta. Kimap è un’app intelligente che si aggiorna continuamente e apprende dalla sua community di utilizzatori: più la si usa, più essa migliora, raccogliendo una quantità maggiore di dati e elaborando mappature sempre più precise. Ecco perché il coinvolgimento e la partecipazione degli utenti sono essenziali per lo sviluppo di tutte le potenzialità che questa tecnologia è in grado di offrire.

Il Crowdmapping è appunto un modo originale di mappare il territorio in modo collettivo e partecipato, sfruttando i dati trasmessi dagli utenti stessi durante specifiche sessioni ad esso dedicate.

Già sperimentato con successo per l’accessibilità del centro storico fiorentino e del Comune di Porcari, questo metodo innovativo si è dimostrato essere un efficace strumento al servizio dei decisori politici per orientare la loro azione negli interventi legati alla mobilità e soprattutto un esempio concreto di come i dati digitali prodotti dai cittadini possano essere elaborati a beneficio di un’intera comunità.

Kimap Pisa 1


Il Crowdmapping dell’Internet Festival
La sessione di Crowdmapping organizzata in collaborazione con la Croce Rossa di Pisa in occasione dell’Internet Festival ha visto la partecipazione di una ventina di ragazzi del Liceo Buonarroti, guidati nella fase di mappatura dai membri del team Kinoa Lapo e Armando. Lavorando alternatamente come veri e propri “kimappers” sulle due carrozzine accessoriate di supporto smartphone, gli studenti hanno tracciato gli itinerari più diversi rilevando di volta in volta le caratteristiche di pendenza e sconnessione della strada e la presenza di tutti quegli ostacoli, architettonici e non, che impedivano il pieno utilizzo degli spazi pubblici per chi si muove in carrozzina. Complici il bel tempo e la curiosità dei ragazzi nel riscoprire la loro città da un punto di vista diverso, l’attività di mappatura in poco più di un’ora è riuscita a coprire una vasta zona intorno al luogo dell’evento.

Come rimarcato da uno studente al termine dell’attività, “di sicuro il lavoro non manca, ogni poche decine di metri trovavamo qualcosa da segnalare”.

Se da un lato questo tipo di osservazioni non può che rimarcare l’efficacia della tecnologia Kimap, dall’altro non manca di evidenziare la necessità ancora estremamente pressante di lavorare per una mobilità accessibile per tutti. La combinazione di tecnologia innovativa (Kimap) e partecipazione attiva dei cittadini (Crowdmapping) in questo senso sembra essere capace di proporre le soluzioni più efficaci per un’accessibilità sicura e intelligente.

Kimap Pisa 2


Fonte: medium

 

 

 

 

 

 

Lutto

 

Giovanni Mori 
 
Giovanni Mori
 

Scadenza 30 aprile

Quota ssociativa 2020

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente.